Filippo Ungaro

E’ nato a Roma il 31 agosto 1971. Nel 1998  si laurea in Scienze Politiche indirizzo politico-internazionale con una tesi su “L’immigrazione Islamica in Italia, un confronto fra due culture”.

Dal 1998 al 2000 lavora in Inghilterra come Responsabile delle relazioni con i media e attività ufficio stampa dei mercati europei presso PR Officer Europe – Lotus Cars Ltd, Hethel.

Torna a Roma, nel 2000 come Responsabile dell’ufficio stampa e delle attività di comunicazione dell’azienda, start up nel settore delle telecomunicazioni presso Communications e PR Officer – Progetel srl e già nel 2001  inizia a lavorare presso presso Save the Children Italia come Head of Communications, Campaigning and Volunteers.

Responsabile dell’ufficio comunicazione, con mansioni di coordinamento dei settori Campaigning, Ufficio stampa, Advertising, Pubblicazioni e materiale promozionale, Testimonial e Volontari. Gestisce l’ufficio e il budget e svolge la funzione di portavoce dell’Organizzazione.

Comincia il lavoro in Save the Children Italia quando l’Organizzazione è ancora molto piccola. Nata nel 1999, nell’arco di 10 anni raggiunge livelli di brand awareness e reputazione notevoli. L’Ufficio Comunicazione svolge un ruolo da protagonista in questa crescita, ideando e sviluppando campagne integrate come Riscriviamo il Futuro, Every One e Ricordiamoci dell’Infanzia, Atlante Infanzia che portano Save the Children ad essere una delle maggiori organizzazioni non profit in Italia.

Grazie a un’efficace strategia di ufficio stampa, Save the Children incrementa la sua presenza nei media, diventando una delle voce più autorevoli e accreditate del settore. In questi oltre 10 anni, Save the Children si distingue dai competitor in Italia per una comunicazione efficace, autorevole, veloce ed innovativa.

Dal 2006 al 2008 partecipa al team internazionale di Save the Children per lo sviluppo e l’implementazione della prima campagna globale dell’Organizzazione “Riscriviamo il Futuro” per garantire educazione di qualità ai bambini in paesi in conflitto.

Dal 2009 a oggi partecipa al team internazionale di Save the Children per lo sviluppo e l’implementazione della campagna globale “Every One” per dire basta alla mortalità infantile.

Nel 2010 vince il “Premio Comunicatore dell’anno 2010” per le organizzazioni sociali, promosso dalla FERPI, Federazione Relazioni Pubbliche Italiana e dalla Fondazione Valentino nell’ambito del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo, giunto quest’anno alla trentunesima edizione.

Dal 2014 partecipa al team internazionale di Save the Children per lo sviluppo e l’implementazione della nuova campagna globale dell’Organizzazione che sarà lanciata nel 2016.

Dal 2012 al gennaio 2014 fa parte dello Steering Commitee della GMU (Global Media Unit) di Save the Children e contribuisce a definire la strategia di ufficio stampa globale e a costituire il gruppo di lavoro della GMU.

Dal 2014 fa parte del gruppo strategico internazionale per la definizione di strategie di BRAND globali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile, per raccogliere dati di utilizzo del sito e per effettuare attività di marketing. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi

SCARICA IL PROGRAMMA E
RICHIEDI IL COLLOQUIO
x