Blog

Il Social Business secondo il Nobel Yunus

di Eugenio La Mesa | 21 marzo 2013

 

Il Social Business, così come definito dal Premio Nobel Muhammad Yunus, è un modello innovativo per risolvere problemi sociali. Il Prof. Yunus è l’inventore del microcredito e fondatore in Bangladesh della Grameen Bank, che è il primo esempio concreto di Social Business e che eroga microcredito a 8.000.000 di persone.

Nel suo modello il Prof. Yunus ha definito i 7 principi fondamentali che un Social Business deve seguire per potersi definire tale:

1 L’obiettivo aziendale è di combattere la povertà o uno o più problemi (come istruzione, salute,  ambiente) che affliggono le persone e la società; non è la massimizzazione del profitto.

2 Auto sostenibilità economica e finanziaria.

3 Agli investitori viene restituito solo il capitale iniziale investito. Nessun dividendo viene distribuito, a parte quello per restituire l’investimento.

4 Una volta che l’investimento iniziale è stato ripagato, i profitti rimangono nell’azienda per finanziare l’espansione e miglioramenti.

5 Rispettoso dell’ambiente.

6 I collaboratori sono pagati con compensi allineati al mercato, ma con condizioni di lavoro migliori.

7..fallo con gioia.

Esistono anche modelli di impresa sociale che si discostano da questi 7 principi, soprattutto per il punto relativo alla distribuzione degli utili agli azionisti; secondo Yunus, questi vari modelli possono e devono coesistere, non ne esiste uno migliore degli altri, e spetta poi al singolo imprenditore sociale decidere quale perseguire.

Personalmente preferisco quello di Yunus, ma conosco persone che hanno scelto altre strade.

Il Social Business non mira a sostituire il tradizionale modello capitalista,ma punta invece ad affiancarsi ad esso, usando logiche di mercato per risolvere problemi sociali soprattutto dei più poveri in modo economicamente autosufficiente, e senza dipendere da soldi pubblici e/o dalle donazioni private.

I primi Social Business realizzati da Yunus sono nati in Bangladesh, me è un fenomeno destinato a diffondersi anche nel mondo occidentale.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile, per raccogliere dati di utilizzo del sito e per effettuare attività di marketing. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi

SCARICA IL PROGRAMMA E
RICHIEDI IL COLLOQUIO
x