News

Cambio vita. La mia battaglia per la tutela dei diritti umani

Cambiare vita. Cambiare punto di vista. Valeria Pivetta quasi antropologa ci racconta un po’ di sé e della sua scelta di iscriversi a PMC- Master in Project Management. Lo fa scegliendo un oggetto singolare per la sua presentazione: una pallina da tennis… bucata!

La pallina da tennis bucata coniuga il contesto socio-educativo in cui Valeria lavora e la sua passione per il mondo dell’attivismo. Infatti, cambiando prospettiva scopriamo che quattro palline da tennis bucate e poste sotto le gambe di un tavolo possono diventare feltrini utilissimi ad attutire qualsiasi rumore. L’idea è nata negli anni Settanta per iniziativa di un bambino svedese che pensò, con questa tecnica, di aiutare un suo compagno sordo in modo da diminuire l’impatto acustico e migliorare la sua giornata in classe. Questo piccolo escamotage si è poi diffuso in tutta Europa e viene utilizzato ancora oggi anche dall’associazione, facente parte della rete ARCI, per la quale Valeria lavora e che si occupa della tutela dei diritti. Proprio per continuare la battaglia per la tutela dei diritti, Valeria, ha deciso di iscriversi a PMC- Master in Project Management, per poter partire da piccoli progetti e allargarli diffondendo un senso di sollievo e benessere come fece il bimbo svedese con il suo giovane compagno di banco.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile, per raccogliere dati di utilizzo del sito e per effettuare attività di marketing. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi

SCARICA IL PROGRAMMA E
RICHIEDI IL COLLOQUIO
x